DETTI POPOLARI E PROVERBI 

(cliccando sul proverbio si attiva la pronuncia in dialetto)

DIALETTO

TRADUZIONE LETTERALE

ACCATTA’ A RASe E VENNe A CCULMe

COMPRARE A RASO E VENDERE A COLMO

A CHI PRIMA Le VE' 'NCULe LA TE'

A CHI PRIMA VIENE IN CULO CE L'HA

ACCATTA’ Le UATTe DENTe A LA SACCHETTA

COMPRARE IL GATTO NEL SACCO

A CCHI NTE’ FIGLI NeN Ce I’ NE’ Pe GRIAZIA NE’ Pe’ CUNZIGLe

A CHI NON HA FIGLI NON ANDARCI NE’ PER GRAZIA NE’ PER CONSIGLIO

ACQUA E FUOCHe NTROVeN LUOC

ACQUA E FUOCO NON TROVANO LUOGO

ACQUA PASSATA Ne MACeNA MeLIN

ACQUA PASSATA NON MACINA MULINO

OGNe PREDeCA FeNISCe A LeMOSeNA

OGNI PREDICA FINISCE AD ELEMOSINA

AIUTeTE CA DDIe T’AIUTA

AIUTATI CHE DIO TI AIUTA

ALLA CANNeLLORA VIERN E’FORe

ALLA CANDELORA L’INVERNO E’ FUORI

ALLA FEMMeNA PRENA NIENTe Ze NEA

ALLA DONNA INCINTA NIENTE SI NEGA

QUANDe Ze SQUAGLIA LA NEVe Ze VIDeNe Le STRUNZe

QUANDO SI SCIOGLIE LA NEVE SI VEDONO GLI STRONZI

A LAVA’ LA COCCIA A LLe CIUCCe Ze SPRECA TIEMBe E SAPONe

A LAVARE LA TESTA ALL’ASINO SI PERDE TEMPO E SAPONE

AMICe E CUMBIARe Ze PARLA CHIARe

AMICI E COMPARI SI PARLA CHIARO

A MMAGNIA’ E ASTeMA’ TUTTe STA’ A CUMeNZA’

A MANGIARE E A BESTEMMIARE TUTTO STA’ A COMINCIARE

ADDO’ ZOMBA LA CRAPA ZOMBA Le CRAPITTe

DOVE SALTA LA CAPRA SALTA IL CAPRETTO

E’ PeRDUTe Le VOVe E VA’ TReVANNe Le CORNA

HA PERSO IL BOVE E VA CERCANDO LE CORNA

CIERR ‘NDERRA TUTTe A 'FFA LENA

ALBERO PER TERRA TUTTI A FARE LEGNA

L’ACQUA VA’ A Le MARe

L’ACQUA VA AL MARE

A Le FIGLIe MUPe Le CAPISCE LA MAMMA

AL FIGLIO MUTO LO CAPISCE LA MADRE

ATTACCA Le CIUCCE ADDO’ DICe Le PADRONe

ATTACCA L’ASINO DOVE DICE IL PADRONE

A TAVeLA E LIETTe N’Ce STA’ ReSPIeTT

A TAVOLA E LETTO NON C’E’ RISPETTO

ATT’ RUATe Ne BUC Ze Ne STURA NUATRe

OTTURATO UN BUCO SE NE APRE UN ALTRO

CHI N'E’ BBUONe Pe Le RE’ NE’ BUONe MANG Pe LA ReGINA

CHI NON E’ BUONO PER IL RE NON E’ BUONO NEANCHE PER LA REGINA

CHI ‘NTE’ CH FA’ PETTèNA CHIAN

CHI NON HA DA FARE PETTINA I CANI

CHI PAGA PRIMA E’ MALe SeRVUTe

CHI PAGA PRIMA E’ MALSERVITO

CHI PECURA Ze FA’ Le LUPe Ze Le MAGNA

CHI PECORA SI FA IL LUPO SE LO MANGIA

CHI ReNGRIAZIA ESC FORe OBBLeC

CHI RINGRAZIA ESCE FUORI OBBLIGO

CHI SA’ FeLIA’   FILA PURe CHe Le CIPPe

CHI SA FILARE FILA ANCHE CON UN RAMETTO

CHI SFOTTe RESTA SFUTTUTe

CHI SFOTTE RESTA SFOTTUTO

HI Me SPARAGNe LA MOGLIE A LIETT E L’IATRe Ze LA PORTeN Pe' Le ROCCHIe

IO RISPARMIO MIA MOGLIE A LETTO E GLI ALTRI SE LA PORTANO TRA I CESPUGLI

CHI SPARAGNA SPRECA

CHI RISPARMIA SPREGA

CHE SPARTe A’ LA MEGLe PARTe

CHI DIVIDE HA LA PORZIONE MIGLIORE

CHI TE’ Le SUOLDe BIELLe Le SPENNe A COPPeL E CAPPIELLe

CHI HA SOLDI BELLI LI SPENDE A COPPOLE E CAPPELLI

CHI FA’ L’UOVe E CHI Le 'NGERNe Le CULe

A CHI FA L’UOVO E A CHI GLI FA MALE IL CULO

CHI Z’ASSeMMIGLIA Ze PIGLIA

CHI SOMIGLIA SI PIGLIA

E’ MEGL MeRI’ CHe MALe CAMPA’

E’ MEGLIO MORIRE CHE VIVERE MALE

IENeRE E NePUT CHIU’ Ce Ne FIA’ E CHIU’ E’ PeRDIUTe

GENERI E NIPOTI PIU’ GLIENE FAI E PIU’ E’ PERSO

LA CERA Ze CUNZUMA E LA PeRGESSIONe N’GAMINA

I CERI SI CONSUMANO E LA PROCESSIONE NON CAMMINA

LA CODA E’ LA CCHIU’ TOSTA A SCURCIA’

LA CODA E’ LA PIU’ DURA DA SCORTICARE

NA BBONA GIOVENTU’ E NA MALA VeCCHIAIA

UNA BUONA GIOVENTU’ ED UNA CATTIVA VECCHIAIA

LA PIGNA CHe NZA’ A PASQUA NZA’ CCHIU’

IL REGALO CHE NON SI RICEVE A PASQUA NON SI RICEVE PIU’

LA FeRTUNA DeLL' MBReLLARe E’ QUANDe CHIOVe FINe FINe

LA FORTUNA DELL’OMBRELLAIO E’ QUANDO PIOVE FINO FINO

LA ATTA FURIOSA FACETTe Le FIGLe Ce’CATe

LA GATTA FURIOSA FECE I FIGLI CIECHI

NA MALA NeTTATA E LA FIGLIA FEMMeNA

UNA BRUTTA NOTTATA E LA FIGLIA FEMMINA

LA MORTE A CHI 'CCONGIA E CHI SCONGIA

LA MORTE A CHI AGGIUSTA E CHI SCOMODA

FIGLe De HIATTe ACCHIAPP’N SURGe

FIGLI DI GATTI PRENDONO TOPI

Te VUO’ APPeZZeNDI’ ? CUMMANNA E Ne NCIi’

VOUI DIVENTARE PEZZENTE ? COMANDA E NON ANDARCI

Le STABBeL CHIU’ Le SMUOVe E CHIU’ PUZZA

IL LETAME PIU’ LO SMUOVI E PIU’ PUZZA

MeRCAND FALLITe N’ABBADA CHIU’ A NTERESSe

MERCANTE FALLITO NON BADA PIU’ A INTERESSE

PIGLIA BBONA NNOMeNA E VA’ A SFASCIA’ CCHIESe

PRENDI BUON NOME E VAI A RUBARE IN CHIESA

CHI SeMENTA CHIUVe NeN PO' I' SCAVeZE

CHI SEMINA CHIODI NON PUO' ANDARE SCALZO

MITTeTe CHe CHI E’ MEGLe De TE’ E FACCe LE SPES

METTITI CON CHI E’ MEGLIO DI TE E FAGLI LE SPESE

DIMMe A CHI SIe’ FIGLe E Te DIC A CHI T’ASS’MMIGLe

DIMMI A CHI SEI FIGLIO E TI DICO A CHI SOMIGLI

A PeLLICCe 'NPU' VEVe, A PUTTANe 'NPU' CREDe 

NON PUOI BERE NEL SETACCIO, NON PUOI CREDERE ALLE PUTTANE

SPIARTe PALAZZe E DeVENTeN CUANTUNe

DIVIDI IL PALAZZO E DIVENTANO PIETRE

VIERN C NA’ CAPA HA CODA

INVERNO CHE NON HA CAPO HA CODA

CUSCIENZA E SUOLDe NZ SA’ CHI Le TIENNe

COSCIENZA E SOLDI NON SI SA CHI CE L’HA

Le VINe BUONe Ze VENNe ZENZA FRASCA

IL VINO BUONO SI VENDE SENZA FRASCA

CHI FA’ BBENe MORe ACCISe

CHI FA DEL BENE MUORE AMMAZZATO

CHI ALA POC VALe

CHI SBADIGLIA POCO VALE

CHI MAGNA E CACA DeVENTA PAPA

CHI MANGIA E CACA DIVENTA PAPA

CHI MAGNA DA SULe Ze STRAFOCA

CHI MANGIA DA SOLO SI STROZZA

CHI MENA APPRIMe MENA DU’ VOTe

CHI DA LE BOTTE PER PRIMO LE DA DUE VOLTE

CHI Me VATTEIA ME’ CUMBARe

CHI MI BATTEZZA MI E’ COMPARE

CHI MOSTRA, CARe VENNe

CHI MOSTRA VENDE CARO

CHI N’ACCETTA Ne MEReTA

CHI NON ACCETTA NON MERITA

CHIANe E  CHIANe N’Ze MOCCeCHeNe

CANI CON CANI NON SI MORDONO

CASA ACCUNGIATA MORTe ARReVIATA

CASA AGGIUSTATA MORTE ARRIVATA

CCHIU’ POCHe SEMe E CHIU’ BIeLLe PAREMe

PIU’ POCHI SIAMO PIU’ BELLI SEMBRIAMO

CCHIU’ SCURe De LA MEZANOTTe N’PO’ MeNI’

PIU’ SCURO DELLA MEZZANOTTE NON PUO’ ARRIVARE

CCHIU’ SMeSCINe E CHIU’ PUZZA

PIU’ LA MUOVI E PIU’ PUZZA

Ce VO’ Le DeLORe Pe CHAGNe Le MUORTe

CI VUOLE IL DOLORE PER PIANGERE IL MORTO

CHI CCONGIA E SCONGIA DeVENTA MUASTRe

CHI AGGIUSTA E ROMPE DIVENTA MASTRO

CHI CAROSA N’DACCA

CHI TOSA LE PECORE LASCIA IL TAGLIO

CHI CERNe Ze ‘NFARINA

CHI SECERNE S’INFARINA

CHI CUMMANNA FA LEGGe

CHI COMANDA FA LEGGE

N’ FA’ MALe A CHI Te PO’ FA PEJ

NON FAR MALE A CHI TI PUO’ FAR PEGGIO

ALLA FONTe ADDO’ Ce SI’ FATTe PIPI’ DOPPe C’IAI' BBEVe

ALLA FONTE DOVE HAI FATTO LA PIPI’ DEVI ANDARCI A BERE

SeRENe De VIERNe E CURe De CRIATURe NeNPU' STA' MAI SeCURe

SERENO D'INVERNO E CULO DI CREATURE NON PUOI STARE MAI SICURO

LA VECCHIA CHe Ne VeLEVA MeRI’ CHIU’ STEVA E CHIU’ NE VeLEVA SENTI’

LA VECCHIA CHE NON VOLEVA MORIRE PIU’ STAVA E PIU' NE VOLEVA SENTIRE

VALLUNe E BARUNe TRISTe A CHI Ce CUMBINA

VALLONI E BARONI GUAI PER CHI CI CONFINA

CHI TE’ Ne MALe VeCINe FA Ne MALe MATTUTINe

CHI HA UN VICINO CATTIVO FA UN CATTIVO MATTINO

CHI DONA PRIMA De LA MORTe Ze MENA Le BASTONe ‘NCAPe

CHI DONA PRIMA DELLA MORTE SI TIRA IL BASTONE IN TESTA

CHI TE’ LA MAMMA VA’ ReDENNe CHI TE’ Le PUATRe VA’ CHIAGNENNe

CHI HA LA MAMMA VA RIDENDO CHI HA IL PADRE VA PIANGENDO

Pe LA FeMMENA CHe Z’ARMARITA Le GUIA’ NZU’ FeNIUTe

PER LA DONNA CHE SI RIMARITA I GUAI NON SONO FINITI

LA SUPERBIA VA’ A CAVALLe E ARVE’ A PIEDe

LA SUPERBIA VA A CAVALLO E TORNA A PIEDI

Ne SPUTUA’ NCIELe CA TARVE’ MBACCIA

NON SPUTARE IN CIELO CHE TI TORNA IN FACCIA

LA PeLENDA PRIMA ABBOTTA E PUO’ ALLENDA

LA POLENTA PRIMA GONFIA E POI ALLENTA

LA GRASCIA NE’ BBONA MANCHe A Le PUORCHe

L’ABBONDANZA NON E’ BUONA NEANCHE PER IL MAIALE

Le CAMBANe ZENNA SENDI’ A COCCHIA

LE CAMPANE BISOGNA SENTIRLE IN COPPIA

MUOReNe CHIU’ EAJENE CHe PECURA

MUOIONO PIU’ AGNELLI CHE PECORE

O TRISCHe O SPICCe L’ARA

O TREBBI O LIBERI L’AIA

PeSCATURe E CHIAPPACIELLe MUOReN TUTTe PUVeRIELLe

PESCATORI E CACCIATORI MUOIONO TUTTI POVERI

PORTA CHIUSA VISeTA FATTA

PORTA CHIUSA VISITA FATTA

Le PeLLITRe Z’APPeLLICCeNe E Le VARELA Ze SFASCeNe

I PULEDRI BISTICCIANO ED I BARILI SI ROMPONO

DeSCEPeLe 'MBARATe MUASTRe FESSA

DISCEPOLO ISTRUITO MAESTRO FESSO

CURe RUTTe E PENA PAGATA

CULO ROTTO E PENA PAGATA

Le PUORCHe, DOPPe MAGNIATe, ARVOTeCA Le VRIEGNe

IL MAIALE, DOPO MANGIATO,RIBALTA LA MANGIATOIA

Le SFIZIe De Le CIUCCe E’ LA GRAMEGNA

LO SFIZIO DELL’ASINO E’ LA GRAMIGNA

Se TATA CACAVA 'NZe MeRIVA

SE TATA CACAVA NON MORIVA

SENZA SUOLDe 'NZe CANTeN MESSe

SENZA SOLDI NON SI CANTANO MESSE

Se Le CIELLe CANUSCISSeNe Le GRANe 'NZe MeTESSe CHIU

SE GLI UCCELLI CONOSCESSERO IL GRANO NON SI MIETEREBBE PIU’

VALe CHIU’ Ne SFIZIe NE’ NA MASSARIA

VALE PIU’ UNO SFIZIO NE’ UNA MASSERIA

VRUOCCHeLE E’ FIGLIA A FOGLIe

BROCCOLO E’ FIGLIO DELLA VERDURA

CHI VA CHe L CIUOPPe Ze ‘MPARA A CIUPPeCA’

CHI VA CON LO ZOPPO IMPARA A ZOPPICARE

CHI POTA A IeNNARe E ZAPPA A'USTe Ne FA' NE' GRANe E NE' MUSTe CHI POTA A GENNAIO E ZAPPA AD AGOSTO NON FA NE' GRANO E NE' MOSTO
SE CHIOVe A SANTA BARNABA' L'UVA NERA 'NZe FA'. E Se CHIOVe DALLA MATINA ALLA SERA 'NZe FA' NE' 'GGHIANCA E NE' NERA SE PIOVE A SANTA BARNABA (S.Onofrio) L'UVA NERA NON SI FA. E SE PIOVE DALLA MATTINA ALLA SERA NON SI FA NE' BIANCA E NE' NERA

EVA MEGLIE QUANDe Ze STEVA PEJ

ERA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO

FeRTUNA E CAZZe 'NGULe VIATA A CHI L'HA

FORTUNA E CA... IN CULO BEATO CHI CE L'HA

ACCAREZZA Le QUANe Pe Le PADRONe

ACCAREZZA IL CANE PER IL PADRONE

E' MeNUTe Pe LA VARDA, NO Pe L'ASeNA

E' VENUTO PER LA VARDA, NON PER L'ASINA

OMe De VINe CIeNT A CARRINe

UOMO DI VINO CENTO AL CARRINO

A CUMMANNA' 'NZe SUDA

A COMANDARE NON SI SUDA

CHI Ne TE' CIeNTe L'ALLOCA E CHI Ne TE' UNA L'AFFOCA

CHI NE HA CENTO TROVA LORO SISTEMAZIONE E CHI NE HA UNO L'AFFOGA